Elogio del limite

Elogio del limite

Perché ho la sensazione di esser l’uomo più felice della Terra, mentre nei fatti sono solo uno che corre in montagna, di notte per di più!?!
Torno con la mente ai discorsi scomodi della Voce: il fascino di questo gioco sarà forse legato all’essenzialità dei limiti con cui mi sto confrontando (il nostro stesso corpo, l’immensità ineludibile della Montagna e delle sue forme)? o tutto dipende dal timore di non arrivare in fondo a questa gara e dal fortissimo desiderio di riuscirci che ne consegue?
Limite e desiderio… di nuovo loro: roba disponibile in abbondanza qui.

Fabrizio Pistoni
Elogio del limite – Sogna in grande e osa fallire, divagazioni sull’arte di correre
Ediciclo Editore – 2012