Andare a piedi

Andare a piedi

Per Verlaine era “l’uomo dalle suole di vento”. Lui stesso, giovanissimo, aveva dato di sé questo giudizio: “Non sono altro che un pedone”. Rimbaud camminò per tutta la vita.

Sinossi
Camminare è sicuramente una delle azioni più comuni delle nostre vite. Ma Frédéric Gros, con un libro originale e delicato, ci fa riscoprire la bellezza e la profondità di questo semplice gesto e il senso di libertà, di crescita interiore e di scoperta che esso può riuscire a suscitare in ciascuno di noi.
Attraverso la riflessione e il racconto magistrale delle vite di grandi camminatori del passato – da Nietzsche a Rousseau, da Proust a Gandhi che in questo modo hanno costruito e perfezionato i propri pensieri – Andare a piedi propone un percorso ricco di curiosità, capace di far pensare e appassionare.
Nella visione limpida ed entusiasta di Gros, camminare in città, in un viaggio, in pellegrinaggio o durante un’escursione, diventa un’esperienza universale che ci restituisce alla dimensione del tempo e ci consente di guardare dentro noi stessi.
Perché camminare non è uno sport, ma l’opportunità di tornare a godere dell’intensità del cielo e della forza del paesaggio.

Frédéric Gros
Andare a piedi. Filosofia del camminare.
titolo originale Marcher, une philosophie
traduzione dal francese di Francesco Bruno
Garzanti – 2013