Le montagne di vetro

Le montagne di vetro

“L’attesa antologia alpinistica degli scritti di Dino Buzzati. Una selezione di tutti i pezzi più significativi usciti dalla penna dello scritttore, in quasi mezzo secolo di militanza incrociata tra le crode dolomitiche e le redazioni del ‘Corriere della Sera’ e della ‘Domenica del Corriere’.

Negli articoli e nei racconti, introdotti e commentati da Enrico Camanni, si scopre un Buzzati perdutamente innamorato delle montagne, un “editorialista dell’Alpe” sempre presente di fronte alle vittorie e alle tragedie dell’alpinismo. Si incontra un testimone fortemente influenzato dalla sua passione, dove i monti assumono carattere di metafora sul significato della vita e della morte.

Il volume è diviso in nove sezioni, che vanno dai ritratti dei grandi personaggi ai problemi dell’ambiente alpino, dall’etica dell’alpinismo all’evoluzione dello sci. Tra le espressioni di uno stile ora tagliente ora ridondante, si indovina un osservatore carico di tensione e un instancabile indagatore delle contraddizioni dell’animo umano.”

“Esco di casa, attraverso il prato che c’è davanti, e mi volto. Tutte le estati, quando torno alla nostra casa di campagna qui a due passi da Belluno, al mattino esco, attraverso il prato che c’è davanti alla casa e quando sono arrivato in fondo, mi volto. Allora vedo lo Schiara.

Quando vengono le dieci, dieci e mezza del mattino, comincia a tirar fuori dei colori straordinari, comincia ad essere la vera grande classica parete dolomitica con quella tinta anzi quelle tinte che che nessuno è mai riuscito a dire bene e tanto meno io, e parlare di rosa, di madreperla, di argento, di trasparenze, di smalto, di pallore, di viola, di polvere antica non serve a niente, penso proprio sia impossibile esprimere il senso dei colori, di quella fisionomia, di quella espressione assorta intensa e misteriosa che a me ha sempre dato un’emozione secca e precisa come un rintocco profondo e sensuale.
Seduto su un gradino della piccola scala di pietra, mentre il sole gira lentamente, io guardo la montagna della mia vita, ma lei non mi guarda, essa è chiusa nei suoi impenetrabili pensieri e nelle concavità dei suoi precipitosi grembi le ombre si dilatano e si rattrappiscono lungo gli appicchi, rammemorandomi strani incanti della giovinezza perduta.”

Dino Buzzati
Le montagne di vetro
articoli e racconti dal 1932 al 1971 – a cura di Enrico Camanni
1989 Collana I Cristalli – Vivalda Editori